Glossario

  • 0-9
  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • J
  • K
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
  • W
  • X
  • Y
  • Z

A

Ambidestro

Il guanto può essere infilato sia sulla mano destra sia sulla mano sinistra. E' principalmente il caso dei guanti usa e getta.

Anatomico

Esiste il guanto sia per la mano destra che per la mano sinistra

Inizio della pagina

B

Butile

Il butile possiede un'ottima resistenza chimica a chetoni, acidi, esteri e derivati delle ammine. E' un materiale sintetico morbido ed elastico che preserva la destrezza della mano. Il butile fa parte della famiglia polimeri speciali, con un costo abbastanza elevato, è riservato a quelle applicazioni che richiedono una protezione chimica elevatissima e mirata.

Bisogna sottolineare che le proprietà meccaniche del butile si riducono in caso di forti sollecitazioni meccaniche in ambiente chimico. In queste situazioni si consiglia di usare un guanto spesso con supporto in cotone , per aumentare le proprietà meccaniche del guanto e quindi la sua durata nel tempo. Il butile deve essere evitato in caso di contatto prolungato con solventi aromatici o clorati, che provocano un deterioramento rapido del materiale.

Inizio della pagina

C

Clorinati

Si tratta di un lavaggio con acqua contenente cloro sciolto, seguito da una neutralizzazione e da risciacqui per eliminare gli eventuali residui. La clorinazione può essere effettuata sulla catena di produzione (in tal caso il guanto è clorinato all'interno) o come trattamento post-produzione (in tal caso il guanto è clorinato all'interno e all'esterno). Il cloro modifica la struttura chimica della superficie del guanto. E' un trattamento permanente, non reversibile. A volte la clorinazione è chiamata anche alogenazione e indica i guanti detti « satinati ».

Cloruro di polivinile

Il PVC o cloruro di polivinile offre una buona resistenza a numerosi acidi e basi. Associato a un supporto tessile garantisce una buona resistenza meccanica. Il PVC non contiene allergeni come le proteine o gli acceleratori ed è quindi ben tollerato dalle persone che usano questo tipo di guanti.

Il PVC è un materiale che invecchia bene poichè non deteriora se viene esposto a lungo alla luce, all'ozono, ai raggi UV, ecc. I guanti in PVC possono essere conservati a lungo senza che le loro proprietà vengano alterate.

Cotone

Confort, isolamento termico e assorbimento della traspirazione

Inizio della pagina

D

Decreto Ministeriale 21/03/73

Con il presente decreto vengono stabilite le norme relative all'autorizzazione ed al controllo dell'idoneità degli oggetti preparati con materiali diversi e destinati a venire in contatto con sostanze alimentari o con sostanze d'uso personale.

 

Dimetilformammide

Dimetilformammide (o DMF) è un solvente utilizzato in varie applicazioni dell’industria chimica. DMF è inoltre utilizzato nel processo produttivo di guanti ricoperti in poliuretano (PU) e derivati.

 

Il DMF è un prodotto chimico che, durante l’utilizzo, può essere inalato o assorbito dalla pelle e per tanto è considerato dannoso. In caso di contatto prolungato o esposizioni ripetute, il DMF può creare effetti negativi al fegato. I limiti di esposizione sul lavoro sono stati definiti in numerose nazioni, tali limiti indicano la concentrazione massima nell’aria e i guanti MAPA in poliuretano rispettano i limiti.

Al fine di evitare il rischio di esposizione al DMF, Mapa offre un’intera gamma di guanti in nitrile (Ultrane 553, Ultrane 562, Krynit 563, Krynit 582, etc.)  e di guanti in poliuretano a base d’acqua.

DMF

Dimetilformammide (o DMF) è un solvente utilizzato in varie applicazioni dell’industria chimica. DMF è inoltre utilizzato nel processo produttivo di guanti ricoperti in poliuretano (PU) e derivati.

 

Il DMF è un prodotto chimico che, durante l’utilizzo, può essere inalato o assorbito dalla pelle e per tanto è considerato dannoso. In caso di contatto prolungato o esposizioni ripetute, il DMF può creare effetti negativi al fegato. I limiti di esposizione sul lavoro sono stati definiti in numerose nazioni, tali limiti indicano la concentrazione massima nell’aria e i guanti MAPA in poliuretano rispettano i limiti.

Al fine di evitare il rischio di esposizione al DMF, Mapa offre un’intera gamma di guanti in nitrile (Ultrane 553, Ultrane 562, Krynit 563, Krynit 582, etc.)  e di guanti in poliuretano a base d’acqua.

Inizio della pagina

F

Floccato

Trattamento che faclita l'infilamento e lo sfilamento dei guanti senza l'utilizzo di polveri. Riduce il rischio di allergia ai guanti in lattice naturale.

Fluoroelastomero

Il fluoroelastomero è un polimero dalle prestazioni elevate. E' consigliato per contatti prolungati con solventi aromatici, composti solforati e ammine.

Il fluoroelastomero è un materiale costoso. Viene classificato nella famiglia dei polimeri speciali ed è riservato alle applicazioni che richiedono una protezione chimica elevata e mirata.

Inizio della pagina

I

Indice di deterioramento

A contatto con prodotti chimici, le caratteristiche fisiche del guanto possono essere alterate

Inizio della pagina

L

Lattice

Le caratteristiche principali del lattice naturale sono flessibilità ed elasticità. I guanti in lattice naturale si adattano alla forma della mano, preservandone destrezza e confort.

Questo polimero garantisce buone prestazioni meccaniche anche in spessori ridotti e resiste molto bene allo strappo e alla perforazione. E' inoltre molto resistente a numerosi acidi, basi, alcoli e chetoni. 

Inizio della pagina

N

Neoprene

la sua resistenza al contatto chimico e la sua morbidezza rendono il neoprene il polimero polivalente per eccellenza. Possiede una buona resistenza chimica (acidi, basi, oli, grassi, alcool, prodotti derivati dal petrolio, chetoni, solventi alifatici e numerosi gas e vapori industriali). E' un materiale morbido che preserva destrezza e comfort. Possiede inoltre ottime proprietà termiche: isolamento da contatto, freddo o caldo, resistenza al fuoco. Il neoprene invecchia bene in quanto non si deteriora dopo un'esposizione prolungata alla luce, all'ozono, ai raggi UV, ecc.

Nitrile

In generale il nitrile è resistente agli oli, ai grassi e ai derivati d'idrocarburi, nonchè ai solventi aromatici o clorati.

Il nitrile è molto resistente all'abrasione e alla perforazione. Non contiene proteine ed ha una percentuale ridotta di acceleratori. Quindi sarà ben tollerato dalle persone che lo usano, soprattutto per i lavori di lunga durata.

Inizio della pagina

P

Permeazione

Il temop di permeazione di un determinato prodotto chimico è il tempo di passaggio, a livello molecolare, del prodotto chimico attraverso il guanto. A volte il deterioramento non è visibile a occhio nudo

Poliammide

Destrezza ottimizzata

Polimeri correnti

Materiali utilizzati frequentemente nella produzione dei guanti di protezione chimica

Polimeri specifici

Protezione da prodotti chimici aggressivi. Costo più elevato ma protezione formidabile

PVC

Il PVC o cloruro di polivinile offre una buona resistenza a numerosi acidi e basi. Associato a un supporto tessile garantisce una buona resistenza meccanica. Il PVC non contiene allergeni come le proteine o gli acceleratori ed è quindi ben tollerato dalle persone che usano questo tipo di guanti.

Il PVC è un materiale che invecchia bene poichè non deteriora se viene esposto a lungo alla luce, all'ozono, ai raggi UV, ecc. I guanti in PVC possono essere conservati a lungo senza che le loro proprietà vengano alterate.

Inizio della pagina

S

Supporto tessile

Parte interna in tessuto di cotone o materiali sintetici che permettono di ottimizzare il confort. Finitura particolarmente adatta ai lavori di lunga durata

Inizio della pagina